Informazioni sul Modello Redditi (ex Unico)

Il modello REDDITI (ex Unicoe' un modello di dichiarazione dei redditi utilizzato dai soggetti obbligati alla tenuta delle scritture contabili (liberi professionisti, ditte individuali, ecc.) oppure da persone fisiche che non vogliono o non possono utilizzare il modello 730. A differenza del modello 730, nel modello Redditi  (ex Unico) i versamenti delle imposte sono effettuati direttamente dal contribuente attraverso il modello F24.

 

MODELLO REDDITI: CHI PUO' FARLO

 

  • Lavoratori obbligati alla tenuta delle scritture contabili ( come i possessori di partita iva ) anche se non hanno percepito alcun reddito;
  • lavoratori dipendenti che hanno cambiato datore di lavoro e sono quindi in possesso di piu' C.U., e non hanno comunicato all’ ultimo datore di lavoro tutti i redditi percepiti in precedenza ( in modo da effettuare il conguaglio ). Il modello REDDITI P.F. è obbligatorio se non e' possibile compilare il mod. 730 ( ad esempio perche' non si ha un datore di lavoro nel mese di luglio);
  • i lavoratori dipendenti che hanno percepito da Inps o altri istituti pensionistici indennita' se non sono state effettuate le idonee ritenute ( in questo caso in alternativa e' possibile presentare il 730 );
  • i lavoratori dipendenti a cui il sostituto di imposta ha o non ha riconosciuto deduzioni o detrazioni non coincidenti con l’ effettivo status del contribuente ( in questo caso in alternativa e' possibile presentare il 730 );
  • i contribuenti che nell’ anno precedente hanno conseguito plusvalenze e redditi di capitale soggetti ad imposta sostitutiva e che vanno dichiarati nei quadri RT ed RM;
  • i contribuenti che devono presentare anche una delle dichiarazioni: Iva, Irap, Modello 770;
  • i soggetti che devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti;
  • chi non e' stato residente in Italia;
  • tutti i lavoratori che hanno conseguito dei redditi nell’ anno precedente e non rientrano nei casi di esonero elencati di seguito.

 

DOCUMENTI NECESSARI PER LA COMPILAZIONE

 

DATI DEL CONTRIBUENTE

  • Fotocopia codice fiscale del contribuente, del coniuge e dei familiari a carico, anche per i familiari di extracomunitari.
  • Dichiarazione dei redditi dell'anno precedente (730 o Unico), compresa la Certificazione Unica, eventuali deleghe di versamento.
  • Modello F24.
  • Fotocopia documento del dichiarante/richiedente.

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE/PENSIONE E ASSIMILATI

  • Certificazione Unica.
  • Certificato delle pensioni estere.
  • Assegni periodici percepiti dal coniuge,in base a sentenza di separazione o divorzio.
  • Attestazione del datore di lavoro, delle somme corrisposte a COLF o BADANTI.

ALTRI REDDITI

  • Corrispettivi per lottizzazione terreni o cessione di immobili avvenuti negli ultimi 5 anni.
  • Redditi diversi percepiti dagli eredi.

TERRENI E FABBRICATI

  • Visura catastale.
  • Atti o contratti di compravendita, donazione, divisione, successione.
  • Contratti di locazione Legge 431/98.
  • Canone da immobili affittati.
  • Copia bollettini/F24 di versamento Tasi/IMU pagati nell'anno precedente (con il relativo calcolo, se disponibile).

ELENCO SPESE DETRAIBILI O DEDUCIBILI

 

Casa

  • Contratto di locazione, per le persone che vivono in affitto.
  • Quietanza di versamento degli interessi per mutui casa, atto di acquisto, atto di mutuo.
  • Fatture pagate al notaio per l'atto di acquisto e la stipula del mutuo stesso.
  • Fattura pagata ad agenzie immobiliari per l'acquisto della prima casa.
  • Tutta la documentazione per la detrazione per le ristrutturazioni edilizie: fatture, bonifici, concessioni, autorizzazioni, comunicazioni inizio lavoro, comunicazione al Centro Operativo di Pescara, ricevuta della raccomandata per i lavori effettuati..
  • Tutta la documentazione per spese di risparmio energetico, fatture, bonifici e la ricevuta dell'invio della documentazione all'ENEA.
  • Bonus mobili per arredo immobili ristrutturati, documentazione che attesti l'avvio delle opere di ristrutturazione, fatture relative alle spese sostenute per l'arredo con l'indicazione della natura, qualità e quantità dei beni e servizi acquisiti; ricevute dei bonifici bancari o postali relativi al pagamento delle fatture, ricevute di avvenuta transazione per i pagamenti mediante carte di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente.
  • Acquisto abitazione principale in leasing:  contratto di leasing, Certificazione rilasciata dalla società di leasing attestante ammontare dei canoni pagati, Autocertificazione nella quale si dichiara di aver adibito l'immobile ad abitazione principale entro un anno dalla consegna.

Figli

  • Ricevute o quietanze di versamento di contributi per iscrizione ragazzi ad attività sportive dilettantistiche (palestra, piscina...).
  • Contratti di locazione pagati per studenti universitari fuori sede o convitti, Attestato di frequenza al corso di laurea.
  • Rette pagate per l'asilo nido.
  • Spese di istruzione per la frequenza di: scuole materne, elementari, medie inferiori e superiori (tasse, contributi, mensa), corsi di istruzione universitaria presso università statali e non statali, tenuti presso università o istituti pubblici o privati, italiani o stranieri.

Ex coniuge

  • Assegni periodici versati o percepiti dall'ex coniuge.
  • Sentenza di separazione.
  • Codice fiscale dell'ex coniuge.

Assicurazione e previdenza

  • Contratto stipulato e quietanza di versamento assicurazione: vita, infortuni, rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana a tutela delle persone con disabilità grave, rischio di eventi calamitosi su unità immobiliari ad uso abitativo.
  • Contributi versati per assicurazione obbligatoria INAIL contro gli infortuni domestici (assicurazione casalinghe).
  • Ricevute versamento contributi previdenziali obbligatori o facoltativi.
  • Quietanza di versamento a Fondi di previdenza complementare.

Spese mediche

  • Parcelle per visite mediche generiche o specialistiche.
  • Scontrini della farmacia (tickets, farmaci da banco, medicinali, omeopatia).
  • Spese odontoiatriche o oculistiche (occhiali, lenti a contatto e liquidi).
  • Documentazione attestante la marcatura CE per i dispositivi medici (inclusi occhiali da vista).
  • Tickets ospedalieri/sanitari o per esami di laboratorio.
  • Ricevute per interventi chirurgici, degenze e ricoveri.
  • Ricevute per acquisto protesi sanitarie.
  • Ricevute per spese sanitarie sostenute all'estero.
  • Spese per soggetti con diagnosi di disturbo specifico dell'apprendimento (DSA).
  • Spese sanitarie per portatori di handicap (mezzi necessari all'accompagnamento, deambulazione, sollevamento o sussidi informatici).
  • Spese per veicoli per i portatori di handicap (autoveicoli o motoveicoli).
  • Documentazione comprovante il costo per la badante.
  • Spese veterinarie.

Erogazioni liberali

  • Documentazione/ricevute versamenti effettuati a favore di:

Onlus, Ong, OdV e Aps, Istituzioni religiose, TRUST e Fondi Speciali, Partiti politici, Istituti scolastici, beni culturali pubblici
(Art bonus), impianti sportivi pubblici (Sport bonus) etc..

 

Altro

  • Ricevute versamenti contributivi all'INPS per lavoratori domestici.
  • Spese per l'acquisto di cani guida.
  • Tasse consortili.
  • Spese funebri.
  • Abbonamento trasporto pubblico.
Copyright © 2021 C.A.F. Conf.A.S.I. s.r.l. - Piazza dei Prati degli Strozzi 34 - 00195 Roma - P.IVA 11335261001
Designed & Powered by  Sesamo Software